Biografia

Rachele Ferrario, storico e critico d’arte, docente all’Accademia di Belle Arti, Milano. Collabora al “Corriere della Sera”. Cura archivi d’arte e mostre (tra cui Camera con vista, Palazzo Reale, Milano, 2007, René Paresce. Campigli, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Tozzi. Italiani a Parigi, Genus Bononiae,  Santa Maria della Vita, 2017 di cui ha curato il catalogo, Bup, Bologna). Nel 1998 ha scoperto 45 opere inedite di Paresce, di cui dirige l’Archivio e ha scritto il catalogo generale (Skira, 2012), la biografia Lo scrittore che dipinse l’atomo. Vita di René Paresce da Palermo a Parigi, Sellerio, 2005. 

Ha scritto Giulio Paolini. Un viaggio a distanza, e David Tremlett. The Thinking in Space, Nomos editore, 2009 e 2011. Ha collaborato con Giorgina Scanavino all’edizione del catalogo generale di Emilio Scanavino (schede delle opere e apparati bibliografici, Electa 2000, 2 voll.) e ha pubblicato Crispolti/Scanavino. Carteggio 1957-1970 e altri scritti, Silvana, 2005 sulla corrispondenza inedita tra il critico e l’artista. Per l’Accademia di Belle Arti di Brera ha scritto Fare Archivi Fare Mondi, Silvana editoriale, Milano 2014. sugli archivi ha curato (con A. Donati e S. Simoncelli) il convegno Artists’ Archives and Estates: Cultural Memory between Law and Market. Archivi e lasciti: memorie culturali tra diritto e mercato, Università Bicocca, 2017.

Per Mondadori è autrice della prima biografia su Palma Bucarelli, Regina di quadri. Vita e passioni di Palma Bucarelli, 2010, de Le Signore dell’arte, ritratti di Carol Rama, Carla Accardi, Giosetta Fioroni e Marisa Merz, 2012 e della biografia di Margherita Sarfatti. La regina dell’arte nell’Italia fascista, 2015 uscita anche negli Oscar nel marzo 2018. Per Utet ha pubblicato Les Italiens. Sette artisti alla conquista di Parigi, 2017.